14-1
14-1-2
14-1-3
14-1-4

VENICE TOWER

 

COMPETITION : TORRE CIVICA DI MESTRE

2ND PRIZE

 

LOCATION

VENEZIA-MESTRE, ITALY

 

DESIGNERS

ANDREA JASCI CIMINI, REMO CIMINI

 

PROJECT YEAR

2009

 

L’intento del progetto sta nel ridare l’unità concettuale e simbolica al luogo, leggendo le stratificazioni e i segni del passato.

Partendo dalla torre e dal suo intorno, l’idea è quella di riaprire la porta principale, facendola affacciare su una nuova piazza, che permette la percezione adeguata di un simbolo così importante e al tempo stesso crea continuità nel sensibile e delicato sistema degli spazi pubblici. Affianco la piazza, il micro_bosco, una “stanza” verde, che ospita le specie simbolo dell’ecosistema locale, mettendo didatticamente in relazione un angolo urbano prezioso, con quello che è l’ambiente agrario e naturale che si estendeva oltre i confini della città.

L’accessibilità al monumento è stata risolta inserendo nella torre un solo oggetto che contiene in se gli elementi necessari ad una corretta fruizione dell’edificio e tutti gli spazi utili per motivi tecnici e funzionali. Al suo interno, infatti, trovano spazio: un ascensore (anche per disabili), una scala costruita riutilizzando componenti di quella preesistente e piccoli vani per servizi e alloggiamento di materiale utile per gli eventi ospitati dalla torre.

Una suggestione ci ha portati a pensare questo oggetto con 14 porte, che sommate a quella riaperta sulla nuova piazza, arrivano alle probabili 15 (14+1) che costituivano il Castelnuovo, demolito tra il XVIII ed il XIX secolo.
E’ il segnale che il progetto punta al ripensamento del ruolo della torre all’interno del racconto urbano riconquistando uno spazio fisico ma soprattutto sociale, diventando il bastione della testimonianza del passato, ma allo stesso tempo predisponendosi a ospitare le generazioni che costruiranno la Mestre futura.